La scatola con placchette in osso.
Arkhangelsk.

Russia del Nord. XVIII secolo.

Lo scrigno, decorato con le placchette di osso traforato, è fatta con una tipica lavorazione delle regioni vicino alla città di Arkangelsk, nel nord ovest della Russia.

Il centro della produzione si trovava nel paesino Kholmogory. I pescatori locali procuravano l’osso di tricheco , ogni tanto venivano trovati le zanne di mammut fossili. Anche le ossa di animali domestici venivano a volte utilizzate per fare raffinate composizioni in osso.
Il momento di fioritura di questa lavorazione ricade nel XVIII secolo.

La scatola ha la struttura in legno, con applicazioni di sottilissimi fogli metallici, colorati di verde tuchese, le placchette incise e colorate di osso. All’interno il cofanetto è rivestito in tessuto.
Alcuni pezzettini sono stati rimessi con il restauro.
Di grande impatto estetico è la lavorazione a cerchi traforati sul coperchio della scatola.