Un antica vetrata rappresentante San Giovanni Evangelista con il calice da cui esce un mostro somigliante drago o pipistrello.

Secondo la leggenda poco dopo la morte di Gesù Giovanni si trovava ad Efeso. Durante il tentativo di avvelenamento San Giovanni non ne subi i danni per un miracolo: dal calice uscì un serpente e il veleno persi la propria forza.

La vetrata è antica. Il pezzetti di vetro sono dipinti, cotti a fuoco e rilegati in profili di piombo. Sicuramente alcuni pezzi sono andati sostituiti. Ma è stato mantenuto assetto originale e la maggior parte dei pezzi sono originali.

La vetrata è stata rimontata in una cornice moderna.